Teatro Franco Parenti - Accademia del Presente propone cicli di incontri per approfondire, conoscere e pensare consapevolmente.

a cura di Associazione Pier Lombardo

 


Dal sionismo a Israele attraverso la Diaspora
12 febbraio - 19 febbraio - 5 marzo - 19 marzo - 2 aprile
Attraverso cinque passaggi, corrispondenti ad altrettanti incontri di riflessione, il percorso intende fornire gli elementi salienti che hanno contribuito ad originare e a sviluppare il sionismo, in quanto cultura politica, così come il suo trasfondersi e realizzarsi nella concreta costruzione dello Stato d’Israele. Nel fare ciò, con l’aiuto di immagini e mappe, si accompagneranno i partecipanti attraverso cento e più anni di storia, partendo dalle premesse politiche, culturali e sociali per arrivare alla situazione odierna.

Con il prof. Claudio Vercelli

Domenica 12 febbraio | h 11.00 - Il contesto ebraico e la crisi dei grandi Imperi

Domenica 19 febbraio | h 11.00 - La nascita del sionismo e la dialettica politica nella Diaspora

Domenica 5 marzo | h 11.00 - La terra, il libro e il fucile: la nascita dello Stato d’Israele

Domenica 19 marzo | h 11.00 - L’evoluzione sociale, politica e demografica d’Israele dalla nascita ad oggi

Domenica  2 aprile | h 11.00 - I nodi irrisolti e la proiezione verso il futuro

Leggi di più>>
 


 La crisi dell'Europa e i Giusti del nostro tempo

a cura di Gariwo, la foresta dei Giusti
il collaborazione con Teatro Franco Parenti - Accademia del Presente

Di fronte alla crisi istituzionale, morale e culturale che si sta diffondendo in Europa, il Teatro Franco Parenti apre le proprie porte al progetto di Gariwo, la foresta dei Giusti per la creazione di un dibattito pubblico sul tema della responsabilità personale di fronte alle sfide del nuovo millennio. La sala grande del teatro ospiterà 4 incontri sui problemi morali del nostro tempo attraverso i quali si svilupperà una riflessione sulle figure dei Giusti che si assumono in prima persona il carico dei problemi della società, indicando con le loro azioni la strada da percorrere.

Martedì 17 gennaio | h 18.00
La prevenzione dei genocidi

Martedì 14 febbraio | h 18.00
La battaglia culturale contro il terrorismo fondamentalista islamico

Giovedì 30 marzo | h 18.00
La crisi dell'Europa

Giovedì 18 maggio | h 18.00
I giusti dei nostri tempi

 Leggi di più>>

 

L’Italia che verrà
Generazioni a confronto per ripensare il nostro tempo

In collaborazione con la Società editrice il Mulino     


Quattro appuntamenti per ragionare sul futuro del Paese e sulle sfide che ci attendono, un’occasione per affrontare i grandi temi della contemporaneità attraverso il dialogo tra generazioni.

Una nuova formula di dibattito per questa rassegna pensata per stimolare la partecipazione del pubblico: la relazione dell’ospite viene discussa in prima battuta da un gruppo di studenti universitari che, con il loro interventi, rilanciano il dibattito al pubblico.


Giovedì 26 ottobre ore 18
#1- Un’idea di futuro per l’Italia
Cambiare si può e si deve
Romano Prodi dialoga con Daniele Checchi                                  

Il profilo delle nostre società è stato profondamente modificato dall’impatto della tecnologia, della finanza e della globalizzazione, ma ci siamo dimenticati dell’uguaglianza. La crescita senza uguaglianza è una trappola che ha reso le nostre società più ingiuste. Per disegnare un futuro migliore dobbiamo restituire valore e peso al lavoro.

Intervengono gli studenti dell’Università degli studi di Milano.


14 novembre ore 18
#2- Fare il Punto
Fact-checking vs bufale
Paolo Pagliaro dialoga con Alessandra Tedesco

Colonizzato dai social network, il terreno dell’informazione è minato da “post verità”. Contano più le emozioni dei fatti, più le suggestioni che i pensieri. Più lo storytelling che le storie reali. E dunque più le bugie che il racconto veritiero dei fatti. E’ un virus che infetta l’informazione, la rete, la politica e l’etica pubblica. Ma arginare e sconfiggere questa deriva si può.

Intervengono, fra gli altri, gli studenti della Scuola di giornalismo Walter Tobagi dell’Università degli studi di Milano.

 
21 novembre ore 18
#3- Energia e clima
Smascherare il grande inganno
Alberto Clô dialoga con Luigi De Paoli

Parlare e dibattere di energia è divenuto quasi impossibile in un continuo e logorante scontro tra opposte fazione ove le reciproche demonizzazioni fanno aggio su ogni sereno confronto. Frammenti di verità sono combinati con una retorica fuorviante: “L’accordo di Parigi: solo parole al vento?”, La transizione energetica è solo questione di soldi”? Società zero-carbon?”. Un dialogo oltre i luoghi comuni.

Intervengono, fra gli altri, gli studenti dell’Università Bocconi di Milano.
 

19 dicembre ore 18
#4- Odio in rete
E non solo
Chiara Saraceno dialoga con Roberta Sassatelli

Le forme dell'intolleranza e dell'odio nella comunicazione pubblica e privata sono ormai un fenomeno dilagante. Come scrive Tullio De Mauro «Anche nell’odio le parole non sono tutto, ma anche l’odio non sa fare a meno delle parole. Di queste parole dell’odio e dell’intolleranza il catalogo può essere forse istruttivo ma a tratti è ripugnante ». Siamo di fronte ad un problema serio, che deve essere trattato con una strategia di contenimento e di contrasto, magari pensata insieme ai ragazzi e alle ragazze che spesso sono tra le principali vittime di questo odio.

Intervengono, fra gli altri, gli studenti dell’Università degli studi di Milano.