Dai il tuo nome a una poltrona o dedicala a chi vuoi tu

 

Dare il nome a una poltrona è un dono che fai al teatro, a te stesso, a qualcuno che vuoi sia ricordato. Dura per sempre ed è un modo di sostenere e condividere un progetto vivo, aperto, per tutti.

 

Hanno dato il loro nome a una poltrona della Sala Grande

 

Banca Popolare di Milano (4 poltrone)

Virginia Ciuffini, giornalista e scrittrice

Salvatore Guglielmino

Maelarosso Incentive and Congress Srl

Mariuccia Mandelli

Ada e Piergaetano Marchetti (2 poltrone)

Pietro Mozzi

Federica Pavesi

Rotary Club Milano (5 poltrone)

SEA - Aeroporti di Milano (4 poltrone)

 

Hanno dedicato una poltrona della Sala Grande

 

Adele e Rodrigo a Cesare Cassina

Anonimo a Dino Buzzati

Banca Popolare di Milano

al teatro italiano 

Enrico Bellezza a Beni Montresor (2 poltrone)

Mirella Beraha a Scrittore Ottavio Cappellani

Annamaria Bernardini de Pace ad Annamaria Bernardini de Pace

Sciakè e Riccardo Bonadeo a Martina

Ilaria Borletti a Peter Brook

Milly Bossi Moratti

alla mamma Anna Trotta, arpista

Milagros Branca a Stefano Branca di Romanico

Andrea e Beatrice Camerana al papà

Paolo Clerici a Jack Clerici

Paolo Clerici a Daniela Tardini Clerici

Diletta ad Andrée

Rodolfo De Benedetti al Centro Shimon Peres

Giorgio Fantoni ad Adele Melzi

Giorgio Fantoni ad Andrea Melzi

Pupi Fattori Solari a Giorgio

Serena Foglia ad Alice Foglia Sgarbi

Giovanna Forlanelli Rovati ad Alfredo

Susy Gandini a Cristina

Fabrizio Gardella a Federica Joe Gardella 

Giovanni Gastel a Luchino Visconti

Ernesto e Carlotta Gismondi ad Elisabetta Gismondi

La mamma a Cecilia e Beatrice

Guido Lopez a Sabatino Lopez

Gioia Marchi Falck a Nanni Falck

Marta Marzotto ad Annalisa

Giusi e Vittorio Moccagatta a Patrizia De Paolini

Francesco e Filippo Mondadori a Leonardo Mondadori

Massimo Moratti alla mamma Erminia

Ernesto Paolillo al papà Angelo

Riccardo Pigati a Bianca Pigati

Giancarla Re Mursia a Ugo Mursia

Evelina Schapira a Carlo F. Shapira

Anna Sikos a Silvia B.

Sonia e Neva a Leo Giulio

Anna e Paolo Talso al Museo d’Arte di Tel Aviv

Marco Tronchetti Provera ad Andrée

Giorgio Vogel a Raphael Tobia 

 

 

Dai il tuo nome o dedica una poltrona per la riqualificazione del Centro Balneare Caimi.

Nel piano delle misure urgenti per la tutela del nostro patrimonio, anche in Italia abbiamo finalmente, dallo scorso 29 luglio, una legge che aspettavamo da decenni, la legge n. 106 Art Bonus, che favorisce l’intervento dei privati nelle opere di restauro di beni culturali pubblici. Se vuoi intestare una poltrona ed effettui la tua donazione alla Fondazione Pier Lombardo per la riqualificazione del Centro Balneare Caimi nel 2014 e nel 2015, ti è riconosciuto un credito d’imposta del 65% e del 50% se la effettui nel 2016. Se sei una persona o un ente non commerciale nei limiti del 15 per cento del tuo reddito imponibile, se sei titolare di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei tuo ricavi annui.

 

Nel 2014 la donazione di 2.500 € ti costa 875 €!

donazione di 2.500 €/ costo effettivo 875 € (credito d’imposta 1625 € )

 

Come donare

Bonifico bancario Presso Banca Prossima

Iban: IT76J0335901600100000000028

Intestatario della donazione: Fondazione Pier Lombardo- via Pier Lombardo 14- 20135 Milano

Causale: Riqualificazione Centro Balneare Caimi, riferimento legge 106 del 29 luglio 2014 Art Bonus

 

Per ottenere il credito d’imposta è necessario allegare:

- copia del bonifico bancario in cui è specificata la causale

- ricevuta della Fondazione Pier Lombardo per la quale sono necessari nome, cognome, indirizzo e dati fiscali del donatore.

 

–> Clicca qui per conoscere il progetto di riqualificazione del Centro Balneare Caimi e tutto sulle donazioni.

 

 

Informazioni

Chiara Maraviglia

Telefono 02 59995223

Cellulare 3475061380

Mail chiaramaraviglia@teatrofrancoparenti.it