SHARE
 
 
I posti in sala sono esauriti.
È prevista la diretta streaming in foyer.
Ingresso libero senza prenotazione.

Matteo Renzi

presenta il suo libro
Avanti
Perché l'Italia non si ferma
Dialoga con Luciano Fontana

È stato l’uomo chiave della politica italiana degli ultimi anni.
Ha guidato un governo che ha varato molte riforme e su una, quella costituzionale, è caduto.
Alla guida del Partito democratico ha ottenuto alle elezioni europee del 2014 uno dei più brillanti risultati elettorali della storia politica italiana, ma anche una bruciante sconfitta referendaria nel 2016, che lo ha portato a dimettersi da presidente del Consiglio e da segretario nazionale. Nella primavera del 2017 quasi due milioni di italiani lo hanno rieletto alla guida del Pd. In questo libro Renzi parla della difficoltà di cambiare le cose ma anche dell’orgoglio di provarci.

Degli errori e dei passi falsi ma anche dei risultati ottenuti e delle sfide aperte. Racconta aneddoti inediti dei mille giorni a Palazzo Chigi ma anche le proposte politiche per l’Italia
dei prossimi anni, dalla battaglia per cambiare l’Europa fino all’introduzione dell’assegno universale per i figli;
dal numero chiuso per l’immigrazione agli investimenti in cultura e periferie; dalla lotta per il lavoro fino alla sfida ambientale e ai progetti di bonifica del paese.


Questo libro non è solo un diario personale, una riflessione sulla sinistra o il programma del governo che verrà.
Più di tutto, è la condivisione delle idee, emozioni
e speranze che spesso si sono perse nel racconto della comunicazione quotidiana. I risultati ottenuti e gli errori commessi.
Il viaggio tra passato e futuro di un'Italia che non si ferma. Che vuole andare avanti.


L'AUTORE Matteo Renzi (1975). Sindaco di Firenze dal 2009 al 2014, poi presidente del Consiglio dei ministri fino al 2016, nell’aprile del 2017 ha vinto le
primarie per la segreteria del Partito democratico.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE