SHARE
 
 

 

Liberamente ispirato a  La Tempesta di Sasà di Salvatore Striano
ed. Chiarelettere
con Salvatore Striano, Carmine Paternoster, Beatrice Fazi
regia Salvatore Striano
scene e costumi Valentina Palazzari
tecnico realizzazione suoni Fabio Gargano
produzione  Associazione Culturale Teatro Festival

 

È la storia di una vita salvata da Shakespeare e dall’amore per i libri. Salvatore Striano a quattordici anni aveva la guerra in testa e due pistole infilate nei calzoni. Poi il carcere. Il suo sembra un destino segnato e invece arriva il riscatto grazie alla scoperta della letteratura e del teatro, la possibilità di una vita diversa dal delinquere. È accaduto a Rebibbia. Oggi Sasà è uno tra i più interessanti attori italiani (tra i protagonisti di Cesare deve morire dei fratelli Taviani, Gomorra, Fortapàsc…) Si è salvato grazie alla potenza delle storie. Ed ora è qui a raccontarci la sua.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE