SHARE
 
 

testo, interpretazione e regia di Gennaro Cannavacciuolo
pianoforte Dario Pierini
sax-contralto Andrea Tardioli
 

produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale
 

Gennaro Cannavacciuolo canta la vita privata ed artistica di Milly, al secolo Carla Mignone, celebre soubrette partita dal Varietà di provincia e arrivata poi alle sfarzose riviste anteguerra e ai locali scintillanti di New York; una biografia della cantante-attrice piemontese raccontata attraverso le canzoni che tracciano i momenti più significativi della sua vita e della sua carriera.
In un quadro scenografico elegante, con luccichii da sera sul nero dominante, lo spettacolo passa dal varietà degli Anni ‘20, al flirt con il Principe Umberto e all’amore disperato di Cesare Pavese che la cantante mai poté ricambiare. Lo spettacolo celebra Milly fino alla sua maturità artistica: passando dal brillante repertorio di Brecht-Weill fino ai testi più significativi dei cantautori e musicisti degli anni 60-70, quali Endrigo, Lauzi, De Andrè, Aznavour e Piazzolla.

Tra i brani più noti “Parlami d’amore Mariù” che evoca l’incontro con Vittorio De Sica che sfocerà in un’eterna amicizia e “Si fa ma non si dice” quello con Strehler,  che la diresse nel ruolo della sofisticata Jenny delle Spelonche dell'Opera da tre soldi.

Questo è uno straordinario spettacolo di Gennaro Cannavacciuolo [...] Efficacissimo e prodigioso attore e cantante, muove i pannelli in palcoscenico che si riferiscono alla vita della grande artista di cui racconta la storia con assoluta dominanza della musica ma anche del teatro. Il Mattino, F.A.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE