SHARE
 
 
 

Si comunica

 

che l'evento avrà inizio alle ore 21.00 anziché le ore 20.00 come comunicato in precedenza.

 

A chi ha già effettuato l'acquisto sarà riservato il medesimo posto.

 

Chiediamo di presentarsi presso la biglietteria prima dell'inizio dell'evento

 

per la sostituzione del biglietto con il nuovo titolo d'ingresso.
 

Lino Guanciale è protagonista di una serata dedicata a Sandro Penna,
il vate che che catalogava speranze e delusioni, vitalità e pudore dei sentimenti, fantasmi e demoni, che cercava se stesso con la poesia in un continuo corpo a corpo tra i suoi desideri e le sue paure più profonde.

Penna sa mostrarci ricordi che appartengono anche a noi:
le sue camminate interminabili tra quartieri di case nuove e vecchie, i suoi sguardi curiosi, angosciati, divertiti e la sua maniera docile e sottile di scoprire il mondo
diventano le nostre camminate, i nostri sguardi, la nostra scoperta.

La sua poesia svela i segreti di quella forza che muove ogni nostro sguardo e che si agita nel cuore e nelle viscere di ognuno.
Nei suoi versi Eros danza al ritmo della modernità metropolitana, la città si presenta nei suoi aspetti più lascivi e insieme lievi, delicati e veri.

Una serata in suo onore non può che partire dalla constatazione che al di là dei flussi delle mode, la posterità non solo esiste, ma fa bene a cercare in Sandro Penna, più che in altri autori, la voce contemporanea dell'amore.

… eppure Penna dubitò dei posteri. Non della loro competenza, ma della loro stessa esistenza. Si chiedeva se la poesia sarebbe ancora stata letta e considerata nel futuro, se sarebbe ancora esistito un pubblico di lettori e, soprattutto, se questo pubblico avrebbe provato interesse per lui.

Questa serata è un rinnovato tentativo di dimostrare quanto infondato sia tal dubbio.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Non è presente nessun elemento


Non sono presenti date

 
PROSSIMAMENTE