When the Rain Stops Falling

TRE PREMI UBU 2019

Uno spettacolo vertiginoso.
Vincitore di tre Premi Ubu 2019:
miglior nuovo testo straniero, miglior regia e migliori costumi.

Sta piovendo. Gabriel York aspetta l’arrivo del figlio che non vede da quando questi aveva sette anni. È questo l’inizio di una saga familiare firmata da Bovell, pluripremiato drammaturgo e sceneggiatore australiano. Un viaggio nella memoria che ci porta – dal 1959 al 2039 – alle soglie di un incredibile diluvio torrenziale.

When the Rain Stops Falling narra del tempo come dimenticanza. Un racconto epico, intimo, distopico, scandito da una pioggia incessante.

  • 1 di 7. © Sveva Bellucci
  • 2 di 7. © Sveva Bellucci
  • 3 di 7. © Sveva Bellucci
  • 4 di 7. © Sveva Bellucci
  • 5 di 7. © Sveva Bellucci
  • 6 di 7. © Sveva Bellucci
  • 7 di 7. © Sveva Bellucci

così la stampa

La regista ha raccolto tutto il materiale in modo meraviglioso, con mani d'acciaio e con pari tenerezza: quella parete che si anima con discrezione, quelle luci, quelle musiche, quei tempi.
Franco Cordelli - Corriere della Sera
Uno spettacolo vertiginoso che la regista Lisa Ferlazzo Natoli, già avvezza a racconti scenici o radiofonici di ampio ed epico respiro, è stata superbamete in grado di manovrare e maneggiare senza precipitare nel caos. [...] Un'oprazione teatrale che esalta il valore dell'ensamble e del collettivo in linea con il finale dell'opera in cui uno spiraglio di luce, che si insinua nell'uggioso grigiore e che interrompe la pioggia, è dato da un decisivo momento di autentica relazione e comunione fra padre e figlio, una spinta verticale che, rompendo il movimento circolare e vizioso, cerca una verità di rapporti, una "profondità che ricrea" come direbbe Hofmannsthal.
Michele Sciancalepore - Avvenire

dalle note di regia

Tutto sembra accadere in uno stesso ambiente, l’interno di un appartamento, il lungo tavolo da pranzo, dove si raccolgono e si ritrovano le generazioni e gli stessi personaggi in momenti diversi della loro vita, letteralmente uno accanto all’altro durante un pasto silenzionso che ha qualcosa di bilico. Un tavolo lungo e cavo, vuoto al centro, come se si fosse eroso nel corso degli anni e tutte le eredità taciute fossero lì, in quello squario fra le estremità delle vite dei personaggi. Un tavolo-mondo e nove sedie, una cucina economica, piatti, qualche ombrello, una valigia, e un grande pesce caduto dal cielo.

VINCITORE DI TRE PREMI UBU 2019:
Miglior nuovo testo straniero, Miglior regia e Migliori costumi

di Andrew Bovell
da un progetto di lacasadargilla
regia Lisa Ferlazzo Natoli
traduzione Margherita Mauro
con Caterina Carpio, Marco Cavalcoli, Lorenzo Frediani, Tania Garribba, Fortunato Leccese,  Anna Mallamaci, Emiliano Masala, Camilla Semino Favro, Francesco Villano
scene Carlo Sala
costumi Gianluca Falaschi
disegno luci Luigi Biondi
disegno del suono Alessandro Ferroni
disegno video Maddalena Parise

produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Fondazione Teatro Due
con il sostegno di Ambasciata d’Australia e Qantas

dal 12 al 15 marzo

Acquista biglietti
PROMO
acquista online con
codice 7334 > 12€ + prev. anzichè 25€ + prev.
valido dalla fila M
condividi - ricevi una mail con questa promo