13 - 18 Dicembre 2022
martedì 13 Dicembre h 20:00
mercoledì 14 Dicembre h 19:45
giovedì 15 Dicembre h 21:00
venerdì 16 Dicembre h 19:45
sabato 17 Dicembre h 19:45
domenica 18 Dicembre h 16:15

Sala Grande

1 ora e 10 minuti

PRIMO SETTORE
intero 38€
SECONDO SETTORE
intero 28€; under26/over65 18€; convenzioni 21€
TERZO SETTORE
intero 18€

_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento Speciale

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di Daniele Mencarelli                      
regia Piero Maccarinelli
con Fausto Cabra, Viola Graziosi, Alessandro Bandini, Ola Cavagna
scene, costumi Piero Maccarinelli
musiche Antonio Di Pofi
luci Cesare Agoni
consulenza scenografia Anna Maria Gallo
consulenza costumi Bruna Calvaresi
collaboratrice alla regia Ola Cavagna
assistente alla regia Irene Carera

produzione Centro Teatrale Bresciano

Daniele Mencarelli, grande romanziere – già Premio Strega Giovani 2020 con il romanzo Tutto chiede salvezza – affronta nei suoi scritti il tema della pietas e dell’emarginazione della società e lo fa con una scrittura limpida, secca, tagliente.

In Agnello di Dio tratta l’eterna resa dei conti fra padri e figli, adulti contro giovani. Una delle certezze del mondo adulto è accusare le nuove generazioni di aver incenerito i sentimenti, disperso ogni forma di umanità in nome del proprio egoismo assoluto. Niente di più sbagliato.

Lo spettacolo firmato da Piero Maccarinelli ci porta in una scuola cattolica per figli della futura classe dirigente. Samuele, quasi diciottenne, non è emarginato socialmente ma lo è generazionalmente. Viene convocato dalla Preside per un incontro alla presenza di una suora e del padre. Quella che doveva essere una banale riunione scolastica diventa un processo dove ognuno è giudice e imputato, pronto a dichiarare l’inconfessato o il proprio analfabetismo affettivo. Saltate tutte le apparenze, le gerarchie anagrafiche, chi potrà dirsi in buona fede? E chi verrà sacrificato?

Ho sempre amato provocare le scritture di autori letterari, l’ho fatto anche con Daniele. Ne è un testo potentissimo, con un linguaggio realistico ma mai naturalistico. Un testo che affonda a piene mani nella realtà, restituendola al pubblico lucida, tagliente
Piero Maccarinelli
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

13 - 18 Dicembre 2022

acquista
martedì 13 Dicembre h 20:00
mercoledì 14 Dicembre h 19:45
giovedì 15 Dicembre h 21:00
venerdì 16 Dicembre h 19:45
sabato 17 Dicembre h 19:45
domenica 18 Dicembre h 16:15

Sala Grande

1 ora e 10 minuti

PRIMO SETTORE
intero 38€
SECONDO SETTORE
intero 28€; under26/over65 18€; convenzioni 21€
TERZO SETTORE
intero 18€

_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento Speciale

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Agnello di Dio

13 - 18 Dicembre 2022
*tariffa intera prima di riduzioni
martedì 13 Dicembre 2022

h 20:00

mercoledì 14 Dicembre 2022

h 19:45

giovedì 15 Dicembre 2022

h 21:00

venerdì 16 Dicembre 2022

h 19:45

sabato 17 Dicembre 2022

h 19:45

domenica 18 Dicembre 2022

h 16:15

Ti potrebbe interessare

La vita davanti a sé

13 - 21 Settembre 2022

Dopo il tutto esaurito della scorsa stagione, torna al Parenti Silvio Orlando, in stato di grazia, superlativo nello spettacolo da lui stesso diretto. Con leggerezza e ironia, ci conduce dentro le pagine del capolavoro di Romain Gary, dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro.

Il malato immaginario

6 - 23 Ottobre 2022

Nell’anno del suo Cinquantesimo e a quattrocento anni dalla nascita di Molière, il Parenti dà inizio a una trilogia dedicata al drammaturgo francese partendo proprio da quel Malato immaginario che agli inizi degli anni ’80 irruppe nel teatro italiano nel coraggioso allestimento di Andrée Ruth Shammah, con uno straordinario Franco Parenti nel ruolo di Argan. Ad interpretare il malato, torna con intelligenza e ironia, Gioele Dix, già protagonista della pièce nell’allestimento 2016 che registrò allora un mese di sold out.

A spasso con Daisy

25 - 30 Ottobre 2022

La bravissima Milena Vukotic, una vera signora del teatro, dà vita all’anziana Daisy in una storia delicata e divertente, capace di raccontare con umorismo un tema complesso come quello del razzismo nell’America del dopoguerra.

Il delitto di via dell’Orsina

17 Novembre - 4 Dicembre 2022

Dopo il successo della scorsa stagione, torna al teatro Parenti uno degli atti unici più conosciuti di un gigante della drammaturgia come Eugène Labiche. Uno spettacolo leggero e divertente, una riflessione sull’insensatezza e l’assurdità della vita. Regia Andrée Ruth Shammah, con Massimo Dapporto e Antonello Fassari.