1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
12 - 22 Dicembre 2022

Si avvisano gli spettatori che nello spettacolo è presente una scena di nudo.

lunedì 12 Dicembre h 20:00
martedì 13 Dicembre h 20:15
mercoledì 14 Dicembre h 20:00
giovedì 15 Dicembre h 20:15
venerdì 16 Dicembre h 19:00
sabato 17 Dicembre h 15:30
sabato 17 Dicembre h 19:00
domenica 18 Dicembre h 16:45
martedì 20 Dicembre h 20:15
mercoledì 21 Dicembre h 20:00
giovedì 22 Dicembre h 20:15

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Tre

1 ora e 20 minuti

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento 50x50Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

testo e regia Lorenzo Ponte
con Tobia Dal Corso Polzot, Paola Galassi e Luca Oldani
scena Davide Signorini
costumi Giulia Rossena
luci Emanuele Agliati
suono Gaetano Pappalardo e Simone Sigurani

assistente regia Filippo Capobianco
voce giornale radio Pietro Adami
con la supervisione artistica di Giuliana Musso

produzione Teatro Franco Parenti
con il sostegno di PRAXIS – Olinda/TeatroLaCucina – Vincitore bando Animali Teatrali Fantastici 2021
ZONA K nell’ambito del progetto IntercettAzioni – Centro di Residenza Artistica della Lombardia; Fondazione Claudia Lombardi per il teatro; fio.PSD.

La storia di tre personaggi alla fermata di un autobus che forse non passerà mai, per raccontare la marginalità interiore e sociale di Milano.

Un giovane e ambizioso laureando, una giornalista trentenne che si rifugia nel volontariato e uno strambo profeta che maledice la follia che domina la città. Tre personaggi per raccontare il fallimento sociale.

A partire da un’indagine condotta tra il 2019 e il 2022 sulle persone senza dimora a Milano, il giovane autore e regista Lorenzo Ponte prova a riflettere sul nostro rapporto con la marginalità e su quali valori si fondi il nostro vivere comune.

In scena l’altra faccia di una città che si vorrebbe sempre splendente e in espansione.

  • 1 di 4. © Luca Del Pia
  • 2 di 4. © Luca Del Pia
  • 3 di 4. © Luca Del Pia
  • 4 di 4. © Luca Del Pia

Dopo lo spettacolo - Venerdì 16 Dicembre ore 20.30

INCONTRO
Diritto alla città. Diritto alla fragilità

introduce Lorenzo Ponte regista dello spettacolo
modera Sergio Tramma Professore dell’Università degli Studi Milano Bicocca – Dipartimento di Scienze Umane per l’educazione “Riccardo Massa”

intervengono Miriam Pasqui e Alessia Cattaneo (Centro Sammartini del Comune di Milano)
Alessandro Pezzoni (Caritas Ambrosiana e F.I.O. PSD)
Graziano Senzolo (psicologo, psicoterapeuta e psicoanalista)
Davide Pisu (Ronda della Carità e della Solidarietà Milano OdV)
Lorenzo Marasco (Cooperativa Comunità Progetto)

incontro promosso dal Teatro Franco Parenti, Associazione Praxis, Cooperativa Comunità Progetto
in occasione dello spettacolo Buoni a nulla

Un momento di confronto tra il pubblico, gli attori e alcuni professionisti che si occupano di grave marginalità adulta a Milano.

PRAXIS è un collettivo artistico che si distingue per la commistione delle arti performative con la disciplina antropologica e metodi di ricerca sociale; si occupa dal 2019 di progetti artistici partecipativi che coinvolgono la cittadinanza – con particolare attenzione a chi vive ai margini della città – e della creazione di spettacoli dalla drammaturgia originale, basati su ricerche ed esperienze svolte sul campo. PRAXIS crede nello sviluppo di una comunità umana capace di convivere e di prendersi cura l’uno dell’altra; come suggerisce il nome del collettivo, trasformiamo concetti e desideri in azione, soprattutto attraverso la pratica artistica.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

12 - 22 Dicembre 2022

Si avvisano gli spettatori che nello spettacolo è presente una scena di nudo.

lunedì 12 Dicembre h 20:00
martedì 13 Dicembre h 20:15
mercoledì 14 Dicembre h 20:00
giovedì 15 Dicembre h 20:15
venerdì 16 Dicembre h 19:00
sabato 17 Dicembre h 15:30
sabato 17 Dicembre h 19:00
domenica 18 Dicembre h 16:45
martedì 20 Dicembre h 20:15
mercoledì 21 Dicembre h 20:00
giovedì 22 Dicembre h 20:15

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Tre

1 ora e 20 minuti

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento 50x50Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Si avvisano gli spettatori che nello spettacolo è presente una scena di nudo.

Buoni a nulla

12 - 22 Dicembre 2022
Ti potrebbe interessare

Come vorrei non morire

8 - 12 Febbraio 2023

La storia vera dell’autrice Daria Pascal Attolini, qui anche regista e interprete, che ritrova un rapporto con il padre malato e costruisce un dialogo in cui è finalmente possibile dirsi cose che non erano mai state dette. Una dark comedy per esorcizzare la morte con una risata.

Caini

23 - 26 Febbraio 2023

Da La nuova scena, la compagnia I Pesci presenta “I Caini”, una famiglia schiva, tacciata di infamia e avvolta da un alone di mistero. La loro bestialità e ritualità viene messa in discussione dall’arrivo di un artista intento nella ricerca della verità. Una reazione violenta condurrà ad un epilogo tragico e beffardo.

Alcesti: è ancora buio?

28 Febbraio - 2 Marzo 2023

In un mondo in cui si alzano muri e barriere, in cui si stigmatizza il diverso, in cui si definisce ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, in scena uno spettacolo che vuole mettere in luce la complessità delle azioni umane, provando a non giudicarle. Una confessione, l’autoanalisi a tratti cinica, ironica e lucida di un’Alcesti alla ricerca di risposte e verità. Un vortice di domande che tormenta l’animo di chi deve compiere una scelta estrema.

Il bambolo

7 - 12 Marzo 2023

Linda Caridi, giovane e poliedrica attrice di teatro e cinema, in un monologo fuori dagli schemi, sulla tragicomica relazione tra una Donna e un Bambolo gonfiabile, che è un’allucinazione salvifica alla quale la protagonista si aggrappa per fuggire al suo passato, a una violenza subita, alla conseguente anoressia, a sé stessa.