1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
12 - 22 Dicembre 2022
© Luca Del Pia
lunedì 12 Dicembre h 20:00
martedì 13 Dicembre h 20:15
mercoledì 14 Dicembre h 20:00
giovedì 15 Dicembre h 20:15
venerdì 16 Dicembre h 19:00
sabato 17 Dicembre h 15:30
sabato 17 Dicembre h 19:00
domenica 18 Dicembre h 16:45
martedì 20 Dicembre h 20:15
mercoledì 21 Dicembre h 20:00
giovedì 22 Dicembre h 20:15

Sala Tre

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento 50x50Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

testo e regia Lorenzo Ponte
con Tobia Dal Corso Polzot, Paola Galassi e Luca Oldani
scena Davide Signorini
costumi Giulia Rossena
con la supervisione artistica di Giuliana Musso

produzione Teatro Franco Parenti
con il sostegno di PRAXIS – Olinda/TeatroLaCucina – Vincitore bando Animali Teatrali Fantastici 2021
ZONA K nell’ambito del progetto IntercettAzioni – Centro di Residenza Artistica della Lombardia; Fondazione Claudia Lombardi per il teatro; fio.PSD.

Siamo alla fermata di un autobus che non sappiamo se passerà mai.

Lo aspettiamo insieme a tre personaggi le cui vicende intrecciandosi raccontano come un prisma la marginalità interiore e sociale di Milano. Un giovane studente universitario della Bocconi, alle prese con gli ultimi esami prima della laurea. Una giornalista di 30 anni, affaticata dai ritmi cittadini, che ha deciso di fare volontariato con le persone senza dimora. E infine uno strambo profeta, che maledice la follia che domina la città e offre a tutti una via di salvezza.

Lo spettacolo nasce da un periodo di osservazione della vita delle persone senza dimora a Milano svolto tra il 2019 e il 2022. L’autore e gli attori hanno affiancato associazioni di volontariato e cooperative di educativa che lavorano con persone senza dimora per conoscere e raccontare l’altra faccia di una città che si vorrebbe sempre splendente e in espansione. Dall’esperienza, dalle relazioni e dai racconti raccolti è nata una drammaturgia che prova a riflettere sul nostro rapporto con la marginalità, il fallimento e su quali valori si fondi il nostro vivere comune.

  • 1 di 3. © Luca Del Pia
  • 2 di 3. © Luca Del Pia
  • 3 di 3. © Luca Del Pia

PRAXIS è un collettivo artistico che si distingue per la commistione delle arti performative con la disciplina antropologica e metodi di ricerca sociale; si occupa dal 2019 di progetti artistici partecipativi che coinvolgono la cittadinanza, rivolgendosi in particolar modo a categorie cosiddette fragili, e della creazione di spettacoli dalla drammaturgia originale, basati su ricerche ed esperienze svolte sul campo. L’obiettivo formale di PRAXIS è l’empowerment di comunità attraverso la diffusione di pratiche artistiche. Ad oggi ha ideato SeguiMi!, progetto intergenerazionale di narrazione ed esplorazione urbana, realizzato con gli abitanti del quartiere di edilizia popolare di San Siro e che vedrà una seconda edizione nel quartiere di via Padova, Milano; Ethiotaly, spettacolo di narrazione sull’esperienza sul campo di tre donne, attrici ed operatrici di teatro sociale in Etiopia.

Lorenzo Ponte, membro di Praxis, del 1992. Si laurea con lode nel 2015 in Lettere classiche all’Università cattolica di Milano. Nel 2015 inizia il corso di Regia alla Paolo Grassi, in cui si diploma nel 2018. Dal 2018 è assistente alla regia presso il Teatro alla Scala dove segue spettacoli di Livermore, Michieletto e della Fura del Baus. Dalla stagione 2018/19 affianca come assistente Andrée Ruth Shammah nelle produzioni del Teatro Franco Parenti. Come regista esordisce al Teatro Parenti con Confabulazioni di Eleonora Paris nell’aprile del 2018. Nella stagione successiva riscrive e mette in scena Tu sei Agatha dal testo di Marguerite Duras, prodotto dal Teatro Franco Parenti. Inoltre firma la regia insieme a Clio Saccà di Can you hearT me? di Marco Sinopoli, spettacolo musicale vincitore della seconda edizione del concorso Macerata Opera 4.0. Nel 2020 inizia un percorso di indagine delle gravi marginalità abitative a Milano. La ricerca sta avanzando tra residenze e bandi verso un momento di restituzione che vuole mettere in discussione il modello di città che Milano propone. A ottobre 2020, è tra i registi selezionati da Carmelo Rifici per il workshop di regia presso il Lac di Lugano.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

12 - 22 Dicembre 2022

acquista
lunedì 12 Dicembre h 20:00
martedì 13 Dicembre h 20:15
mercoledì 14 Dicembre h 20:00
giovedì 15 Dicembre h 20:15
venerdì 16 Dicembre h 19:00
sabato 17 Dicembre h 15:30
sabato 17 Dicembre h 19:00
domenica 18 Dicembre h 16:45
martedì 20 Dicembre h 20:15
mercoledì 21 Dicembre h 20:00
giovedì 22 Dicembre h 20:15

Sala Tre

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Abbonamento 50x50Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Buoni a nulla

12 - 22 Dicembre 2022
*tariffa intera prima di riduzioni
lunedì 12 Dicembre 2022

h 20:00

martedì 13 Dicembre 2022

h 20:15

mercoledì 14 Dicembre 2022

h 20:00

giovedì 15 Dicembre 2022

h 20:15

venerdì 16 Dicembre 2022

h 19:00

sabato 17 Dicembre 2022

h 15:30

sabato 17 Dicembre 2022

h 19:00

domenica 18 Dicembre 2022

h 16:45

martedì 20 Dicembre 2022

h 20:15

mercoledì 21 Dicembre 2022

h 20:00

giovedì 22 Dicembre 2022

h 20:15

Ti potrebbe interessare

L’appuntamento
ossia la storia di un cazzo ebreo

20 Settembre - 16 Ottobre 2022

Dopo il successo al Festival dei Due Mondi di Spoleto una nuova produzione Teatro Franco Parenti: L’appuntamento ossia la storia di un cazzo ebreo per la regia di Fabio Cherstich, tratto dal romanzo rivelazione (2020) della scrittirce tedesca Katharina Volckmer, con Marta Pizzigallo e Riccardo Centimeri.

Per strada

25 Ottobre - 12 Novembre 2022

Torna sul palco del Parenti il piccolo cult del binomio Brandi-Vogel – vincitori del premio Enriquez 2018 per regia e drammaturgia –, un affresco divertente e insieme tragico dei Millenials, incapaci di trovare una collocazione nella vita e convinti dell’impossibilità di cambiarla. Di Francesco Brandi, regia Raphael Tobia Vogel, con Francesco Brandi e Francesco Sferrazza Papa, produzione Teatro Franco Parenti.

Costellazioni

4 Novembre - 11 Dicembre 2022

Dopo il tutto esaurito della scorsa stagione, torna il scena Costellazioni per la regia di Raphael Tobia Vogel, tratto dalla premiata pièce di Nick Payne: una drammaturgia unica e travolgente per uno spettacolo, intenso ed emozionante, sul senso del tempo. Con Elena Lietti e Pietro Micci, produzione Teatro Franco Parenti.

L’amore del cuore

10 - 13 Novembre 2022

Dopo il successo del sorprendente spettacolo When the Rain Stops Falling, in scena il nuovo lavoro di Lisa Ferlazzo Natoli. Un grande testo sull’attesa, provocatorio e toccante. Una riflessione sulle forme di psicopatologia della vita contemporanea che insorgono proprio perché se ne evita la coscienza.