1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
8 - 12 Febbraio 2023
mercoledì 8 Febbraio h 20:00
giovedì 9 Febbraio h 20:15
venerdì 10 Febbraio h 19:00
sabato 11 Febbraio h 19:00
domenica 12 Febbraio h 16:45

Sala Tre

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di e con Daria Pascal Attolini
regia Daria Pascal Attolini
disegno luci Alessandro Barbieri
tecnico Enzo Biscardi

produzione Teatro Franco Parenti

Una tragicommedia, una dark love comedy, una storia vera. In scena un monologo brillante e ironico interpretato da Daria Pascal Attolini.

La protagonista ritrova suo padre, assente per buona parte della sua vita, e lo perde nuovamente.
La storia vera e autobiografica dell’autrice, qui anche regista e interprete, che, nello stare accanto al padre malato, ritrova parte del suo passato e lo ricostruisce, rimette insieme i pezzi della loro storia, scopre cose che non sapeva, costruisce un dialogo in cui è finalmente possibile dirsi cose che non erano mai state dette.

Un racconto sul senso della vita, l'esserci e lo starsi vicini, in cui la morte è esorcizzata con una risata.

Mentre la morte del padre lascia aperti alcuni quesiti – l’immortalità dell’arte e l’effimero della vita, il teatro come possibilità di esistere altrove, la crudezza della realtà che non permette di pensarsi eterni, il momento esatto in cui si muore… – chi cerca di consolarla genera situazioni imbarazzanti, tragicomiche. I parenti che in certi casi non sanno cosa dire e finiscono per dire la cosa sbagliata, i colleghi di lavoro, il prete che bisbiglia, i conoscenti, tutti farebbero meglio a starsene zitti. Gli unici che sanno il fatto loro, in certi casi, sono “quelli delle pompe funebri”. Entrano in casa del morto e sanno esattamente cosa fare e come muoversi: dei veri professionisti.

Daria Pascal Attolini è un’attrice italo-tedesca. Si diploma nel 2007 alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi. Lavora in teatro con i registi Carlo Cerciello, Leo Muscato, Beppe Navello, Gigi Proietti, Fausto Russo Alesi, Andrea Baracco, Emiliano Bronzino, Alessio Bergamo, Ugo Gregoretti e Andrea Borini. Si perfeziona lavorando con Jan Lauwers e Lluis Pasqual alla biennale di Venezia e nel 2015 frequentando la masterclass per attori del Centro teatrale Santa Cristina, fondata da Luca Ronconi. Si divide tra la prosa, il cinema e la tv. Di recente in onda il film su Rai1 La bambina che non voleva cantare di Costanza Quatriglio l’ha vista nel ruolo di Nora. Dal 2012 al 2017 ha collaborato stabilmente con il Teatro Astra di Torino.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

8 - 12 Febbraio 2023

acquista
mercoledì 8 Febbraio h 20:00
giovedì 9 Febbraio h 20:15
venerdì 10 Febbraio h 19:00
sabato 11 Febbraio h 19:00
domenica 12 Febbraio h 16:45

Sala Tre

POSTO UNICO
intero 18,50€ + 1,50€ quota energia;
under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.
_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Come vorrei non morire

8 - 12 Febbraio 2023
*tariffa intera prima di riduzioni
giovedì 9 Febbraio 2023

h 20:15

venerdì 10 Febbraio 2023

h 19:00

sabato 11 Febbraio 2023

h 19:00

domenica 12 Febbraio 2023

h 16:45

Ti potrebbe interessare

Caini

23 - 26 Febbraio 2023

Da La nuova scena, la compagnia I Pesci presenta “I Caini”, una famiglia schiva, tacciata di infamia e avvolta da un alone di mistero. La loro bestialità e ritualità viene messa in discussione dall’arrivo di un artista intento nella ricerca della verità. Una reazione violenta condurrà ad un epilogo tragico e beffardo.

Alcesti: è ancora buio?

28 Febbraio - 2 Marzo 2023

In un mondo in cui si alzano muri e barriere, in cui si stigmatizza il diverso, in cui si definisce ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, in scena uno spettacolo che vuole mettere in luce la complessità delle azioni umane, provando a non giudicarle. Una confessione, l’autoanalisi a tratti cinica, ironica e lucida di un’Alcesti alla ricerca di risposte e verità. Un vortice di domande che tormenta l’animo di chi deve compiere una scelta estrema.

Il bambolo

7 - 12 Marzo 2023

Linda Caridi, giovane e poliedrica attrice di teatro e cinema, in un monologo fuori dagli schemi, sulla tragicomica relazione tra una Donna e un Bambolo gonfiabile, che è un’allucinazione salvifica alla quale la protagonista si aggrappa per fuggire al suo passato, a una violenza subita, alla conseguente anoressia, a sé stessa.

La regola dei giochi

Ucronìa. O va tutto bene / Soldato
21 - 26 Marzo 2023

Al Parenti in scena i due episodi di maggior successo del progetto del Gruppo della Creta, la compagnia nata dalla collaborazione artistica tra il regista Alessandro Di Murro e il drammaturgo Anton Giulio Calenda.