1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti

Incontro con Marcial Gala

Chiamatemi Cassandra

27 Settembre 2022
martedì 27 Settembre h 18:30

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Café Rouge

Ingresso gratuito
Il biglietto TFP cortesia è gentilmente offerto dall’editore.

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

In occasione della uscita del nuovo romanzo
Chiamatemi Cassandra (edito da Sellerio, traduzione di Giulia Zavagna),

l’autore Marcial Gala dialoga con Jonathan Bazzi
interprete Monica Bedana

Un romanzo antico e modernissimo, al confine tra il vecchio mondo e un mondo che si accinge a nascere.

Nel cuore di questa storia incandescente arde il giovane Rauli, sospeso tra gli Dei e la Rivoluzione, tra un corpo da cui vuole fuggire e un mondo che non accetta quelli come lui. È un romanzo abbagliante.
Junot Díaz

Rauli è un ragazzino di dieci anni che vive in un mondo decisamente ostile. Adora leggere, ha un amore sfrenato per i miti greci, conosce perfettamente l’Iliade, ma a Cuba tra gli anni Settanta e Ottanta questo connubio di passioni fa di lui un bersaglio di derisione e disprezzo. La sua intelligenza e il suo temperamento, così lontano dal machismo che prescrive ruoli e comportamenti, gli rendono la vita difficile con i compagni di scuola, con il padre che non lo capisce, con il fratello maggiore che spesso è violento.

Non solo si riconosce diverso, Rauli, ma è convinto di essere la reincarnazione della profetessa Cassandra, figlia di Priamo re di Troia, a cui il dio Apollo ha donato la facoltà della preveggenza. Come lei, da quando è piccolo avverte il futuro e il destino delle persone che gli stanno intorno, ma se li svelasse nessuno gli crederebbe. Ha visto, o ha solo creduto di vedere, quando moriranno il padre, la madre, il fratello. Sa, o crede di sapere, che lui stesso morirà a diciannove anni, nell’esercito cubano inviato in Angola.

Per le persone che gli stanno attorno Rauli è un camaleonte che si può trasformare a piacere. La madre lo veste come la sorella scomparsa, il suo capitano lo paragona alla moglie lontana, i soldati del reggimento lo chiamano tutti Marilyn Monroe. Lui si sente Cassandra.

Muovendosi tra l’infanzia e l’adolescenza di Rauli nella città di Cienfuegos, tra i campi di battaglia in Angola e le spiagge dell’antica Troia, questo è il romanzo di un personaggio che scopre la voracità della bellezza e la brama della fantasia, e da questa fame può essere salvato o distrutto. È la ricerca di un desiderio di libertà, la libertà di scoprire se stessi e diventare quello che davvero si vuole essere, contro ogni destino già segnato.

Una storia in cui la forza dell'immaginazione è capace di rompere le gabbie che si celano nello sguardo degli altri, e di creare una voce con il potere di raccontarsi fino in fondo.

Marcial Gala è nato a L’Avana nel 1965. Poeta, romanziere e architetto, oltre a Chiamatemi Cassandra ha scritto i romanzi RocanrolLa Catedral de los Negros e Sentada en su verde limón, tradotti in molti paesi del mondo. Vive tra Buenos Aires e Cienfuegos.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

27 Settembre 2022

martedì 27 Settembre h 18:30

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Café Rouge

Ingresso gratuito
Il biglietto TFP cortesia è gentilmente offerto dall’editore.

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Incontro con Marcial Gala

27 Settembre 2022
Ti potrebbe interessare

Incontro con Davide Cerullo

L'orrore e la bellezza
4 Ottobre 2022

In occasione della presentazione del suo nuovo romanzo sulla storia della sua vita e di Scampia, il paese in cui è nato e cresciuto, l’autore Davide Cerullo dialoga con Domenico Iannacone. Un racconto affilato che arriva al cuore senza preavviso e lo inonda di speranza.

Beppe Viola 40 – (1982-2022)

17 Ottobre 2022

A 40 anni dalla scomparsa di Beppe Viola, giornalista, scrittore, telecronista sportivo e umorista italiano, un gruppo di vecchi amici e colleghi lo ricorda in una serata di contributi dotti e pop, intermezzi musicali e un pizzico di ironia. Sul palco la figlia, Marina Viola, Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Paolo Jannacci, Sergio Meda, Cochi Ponzoni, Giorgio Terruzzi e tanti altri.