La fine del mondo

SPETTACOLO ANNULLATO

27 Novembre - 3 Dicembre 2020
venerdì 27 Novembre h 20:00
sabato 28 Novembre h 20:30
domenica 29 Novembre h 16:15
martedì 1 Dicembre h 20:00
mercoledì 2 Dicembre h 19:45
giovedì 3 Dicembre h 21:00

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Grande

1 ora e 15 minuti

I settore>intero 22€
II settore >intero 18€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
III settore >intero 13,50€; under26/over65 10€; convenzioni 10€
_________________________

Tutti i prezzi sono da intendersi + prevendita
_________________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card Campo ApertoAbbonamento liberoPassepartoutCard libera

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di Fabrizio Sinisi
regia Claudio Autelli
con Gabriele Cicirello, Alice Spisa, Anahi Traversi e Angelo Tronca
scene e costumi Maria Paola di Francesco
suono e musiche Gianluca Agostini
video Chiara Caliò
cura del movimento Noemi Bresciani
assistente alla regia Valeria Fornoni

produzione Teatro Franco Parenti/ CTB/ La Palestra del Teatro/ LAB121
con il sostegno di Bando Funder35 Fondazione Cariplo e Kilowatt Festival

In una Venezia contemporanea e avveniristica, nel suo ultimo giorno prima dell’affondamento, la vicenda di quattro ragazzi si fa metafora della fine del mondo.

Il dramma ecologico in atto sul nostro pianeta è qui indagato attraverso il rapporto padri-figli, relazione ancora una volta al centro della ricerca di Fabrizio Sinisi.

Protagoniste due coppie di fratelli. Su di loro gravano le ombre delle vicende familiari e dei genitori, tragici, imperfetti e disastrosi. In una Venezia rovente, città simbolo di questo declino, la catastrofe ambientale diventa specchio di quella familiare, e viceversa.

Claudio Autelli porta in scena il confronto finale tra i quattro personaggi, metafora della fine del mondo.

Originalità di scrittura, soluzioni registiche azzeccate e un’interpretazione di prim’ordine di tutto il cast.
Radio gold
  • 1 di 4.
  • 2 di 4. © Franco Rabino
  • 3 di 4. © Franco Rabino
  • 4 di 4. © Franco Rabino
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

27 Novembre - 3 Dicembre 2020

acquista biglietti
venerdì 27 Novembre h 20:00
sabato 28 Novembre h 20:30
domenica 29 Novembre h 16:15
martedì 1 Dicembre h 20:00
mercoledì 2 Dicembre h 19:45
giovedì 3 Dicembre h 21:00

Lo spettacolo è terminato per questa stagione. Visita la pagina Cartellone per vedere cosa è in scena al Parenti.

Sala Grande

1 ora e 15 minuti

I settore>intero 22€
II settore >intero 18€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
III settore >intero 13,50€; under26/over65 10€; convenzioni 10€
_________________________

Tutti i prezzi sono da intendersi + prevendita
_________________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card Campo ApertoAbbonamento liberoPassepartoutCard libera

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Indietro

La fine del mondo

27 Novembre - 3 Dicembre 2020
Ti potrebbe interessare

Un poyo rojo

14 - 17 Giugno 2021

Uno de los 10 mejores espectáculos del año en Argentina. Nello spogliatoio di una palestra, due uomini si scrutano, si squadrano, si provocano, si affrontano – quasi come due galli da combattimento – tentando di sedursi.

Buon anno, ragazzi

4 - 18 Luglio 2021

Vincitore del Premio Nazionale Enriquez 2018 per la regia e la drammaturgia, un esilarante racconto sull’incapacità di esprimere i propri sentimenti, che osserva con sguardo malinconico le difficoltà di vivere in una società. Di e con Francesco Brandi, regia Raphael Tobia Vogel.

Questo è il tempo in cui attendo la grazia

7 - 11 Luglio 2021

Un avvicinamento ai luoghi e ai sensi di Pier Paolo Pasolini, attraverso le sue parole poetiche e profetiche. Con Gabriele Portoghese, regia Fabio Condemi, drammaturgia dell’immagine Fabio Cherstich.

Il Fanciullino

14 Luglio 2021

Ai bordi pista delle balere, centinaia di anziani hanno ballato e parlato d’amore. I loro racconti e il ricordo dei bambini che sono stati diventano un testo teatrale. Progetto, drammaturgia e regia Renata Ciaravino.