1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
14 - 15 Marzo 2023
martedì 14 Marzo h 20:00
mercoledì 15 Marzo h 19:45

Sala Grande

PRIMO SETTORE (file A–F)
intero 22,50€ + 1,50€ quota energia;
SECONDO SETTORE (file G–S)
intero 20€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
GALLERIA (file T–ZZ)
intero 15€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

 Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.

_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

liberamente ispirato a Il Gabbiano di Anton Čechov
con Tita Iacobelli
regia Natacha Belova e Tita Iacobelli
scenografia Natacha Belova
luci Gabriela González, Christian Halkin
musica Simón González dalla canzone La pobre gaviota di Rafael Hernández
in consolle Gauthier Poirier

produzione Ifo Asbl
con il sostegno di Financiamiento del Fondo Nacional para la Cultura y las Artes, Chili, la Fédération Wallonie Bruxelles-arts de la scène – service interdisciplinaire
in coproduzione con Mars-Mons arts de la scène, Théâtre Des Martyrs à Bruxelles, Atelier Jean Vilar à Louvain-la-Neuve

Miglior Spettacolo e  Migliore Attrice, Círculo de Críticos de Arte de Chile, 2018
Premio del Pubblico come Migliore messa in scena dell’anno (premio Clap, 2018)

Rassegna La nuova scena
a cura di Natalia Di Iorio
per Associazione Pier Lombardo

Pluripremiato spettacolo internazionale, Tchaïka vede sul palco un’attrice e un burattino.

Messa in scena in forma di sogno, la pièce affronta la violenza della vecchiaia, la perdita della memoria, la solitudine del ritirarsi dalle scene della vita e, d’altro canto, la ricchezza che può offrire la soggettività umana, attraverso la poesia e l’immaginazione di un’attrice. Liberamente ispirato a Il Gabbiano di Čechov, vive grazie alla tensione permanente fra la grande opera del teatro classico, il teatro di marionette e il movimento coreografico.

Nel camerino di un teatro, una vecchia attrice sul viale del tramonto si chiede cosa faccia lì. Una giovane donna le si avvicina e le ricorda la ragione della sua presenza: interpretare il ruolo di Arkadina ne Il Gabbiano. Sarà il suo ultimo ruolo. E, come nell’opera checoviana, Tchaïka erra fra passato e futuro, fra disillusioni e speranze, per poi proseguire per la sua strada.

  • 1 di 2.
  • 2 di 2.
In russo la parola Tchaïka (Gabbiano) contiene il verbo Tchaïat’, sperare vagamente. Il gabbiano è l’illusione, la delusione, lo slancio, la disillusione, è l’essere rivolti verso il futuro e aspettare l’irreale, o il guardare verso il passato e aspettare che questo passato scopra la speranza di una riconciliazione possibile.
Natacha Belova e Tita Iacobelli
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

14 - 15 Marzo 2023

martedì 14 Marzo h 20:00
mercoledì 15 Marzo h 19:45

Sala Grande

PRIMO SETTORE (file A–F)
intero 22,50€ + 1,50€ quota energia;
SECONDO SETTORE (file G–S)
intero 20€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
GALLERIA (file T–ZZ)
intero 15€; under26/over65 15€; convenzioni 15€
_________________________

 Tutti i prezzi non includono i diritti di prevendita.

_______________________

Questo spettacolo è inserito nell’abbonamento Card libera 22-23

Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

X Chiudi

Tchaïka

14 - 15 Marzo 2023
Ti potrebbe interessare

Giobbe

Storia di un uomo semplice
18 Novembre - 4 Dicembre 2022

Roberto Anglisani dà voce a tutti i pensieri dei protagonisti di Giobbe – romanzo perfetto di Joseph Roth. Uno spettacolo teso, travolgente, carico di commozione, tanti, tantissimi gli applausi.

La leggenda del santo bevitore

20 Gennaio - 12 Febbraio 2023

Andrée Ruth Shammah sceglie di riallestire il testo di Joseph Roth, che quindici anni fa vide protagonista Piero Mazzarella. Sarà il maestro Carlo Cecchi, con un tono ironico e distaccato, a disvelare la parabola del protagonista Andreas.

Racconti disumani

7 - 12 Marzo 2023

Alessandro Gassmann mette in scena una scimmia-conferenziere e un roditore-architetto, dirigendo Giorgio Pasotti in uno spettacolo di metamorfosi impressionanti, tratto da due racconti di Franz Kafka, Una relazione accademica e La tana.

Coppie e doppi

28 Marzo - 6 Aprile 2023

La grande Anna Galiena rivisita, adatta e interpreta alcuni tra i più rappresentativi dialoghi di William Shakespeare in uno spettacolo sul dualismo dell’essere umano.