Si avvisa il gentile pubblico che giovedì 18 Aprile in via straordinaria il foyer NON sarà accessibile e i servizi di bar e guardaroba NON saranno attivi. Ci scusiamo per il disagio.

AVVISO: giovedì 18.04 il foyer NON è accessibile e NON sono attivi bar e guardaroba.

Cartellone / Teatro

La terza moglie di Mayer

Archivio / Teatro

La terza moglie di Mayer

Dall’atto unico di Dacia Maraini, caratterizzato da una leggerezza da commedia anche quando si addentra in temi importanti e attuali, nasce uno spettacolo che, dal duello interpretativo a colpi di ironia di due grandi attori quali Ivana Monti e Cochi Ponzoni, con la regia di Andrée Shammah arriva a mettere a fuoco, complice la stessa autrice, gli aspetti che più collegano i nostri universi personali al giro della storia e a quello vorticoso della nostra bruciante attualità.

Ecco una commedia che solo per la bravura di Ivana Monti con Cochi Ponzoni e soprattutto per la regia di Andrée Ruth Shammah vale la pena di applaudire.

– Carlo Maria Pensa, Famiglia Cristiana


Una storia che la regista governa con bella eleganza, sottigliezza e intelligenza, con sipari di seta che ondeggiano tra una scena e l’altra come veli di memoria che cercano di aprirsi per poi richiudersi sulla stessa stanza di sempre, disordinata e vitale, sulla stessa quotidianità, sulla stessa avvelenata ingenuità del Tempo.

– Magda Poli, Corriere Della Sera


Messa in scena con affettuosa partecipazione e sensibilità da Andrée Ruth Shammah nelle semplici scene di Alessandro Camera,  […] la commedia è interpretata da una leggera, testarda, umanissima Ivana Monti e da Cochi Ponzoni che dilata con suggestioni da teatro dell’assurdo il personaggio di Mayer. Due interpreti calibratissimi e ottimamente scelti che riescono a mantenere il ritmo del testo.

– Maria Grazia Gregori, l’Unità