Si avvisa il gentile pubblico che giovedì 18 Aprile in via straordinaria il foyer NON sarà accessibile e i servizi di bar e guardaroba NON saranno attivi. Ci scusiamo per il disagio.

AVVISO: giovedì 18.04 il foyer NON è accessibile e NON sono attivi bar e guardaroba.

Archivio / Teatro

Cabaret delle piccole cose

di e con Filippo Timi

Archivio / Teatro

Cabaret delle piccole cose

di e con Filippo Timi

Filippoo Timi porta in scena Cabaret delle piccole cose, di cui è autore, regista e interprete insieme a un bel gruppo di dieci attori.

Dieci monologhi di dieci piccole cose che, tra ironia e sentimento, raccontano la loro piccola esistenza, fatta di tragedie, peripezie, amori e istanti di felicità. Tra queste, la candelina cianfrusaglia, un rubinetto piagnone, l’ultima sigaretta prima di smettere di fumare, un sasso innamorato di un altro sasso ma senza bocca per baciarlo… A interpretarli, in camicetta collegiale e naso di Pinocchio, dieci giovani attori. Uno spettacolo dal sapore fanciullesco, intimo e delicato.

Ho scritto questi monologhi per dare voce a chi voce non ha. Si tratta di una drammaturgia che nasce dal silenzio e dalla fragilità di sentimenti che appartengono al mondo. Questi piccoli oggetti, come per magia, prendono il coraggio di strappare i fili dell’ovvietà, e si propongono  in un cabaret a volte surreale a volte melanconico, a volte disperatamente comico. Riconosco un'ispirazione vagamente francescana. Tutto ha un'anima. Francesco si scusava con i sassolini quando li calpestava camminando. Se dai un nome a una pianta, la annaffi meglio
Filippo Timi