"Squarci di comicità e sguardo leggero" per raccontare la generazione nata negli anni ‘80 e ‘90. In scena il disagio di uomini e donne non più giovani, ma considerati tali, che non riescono a trovare spazio e ruolo sociale nella vita degli adulti.

Il protagonista, Aimo, è un trentenne come tanti altri: lavoro precario, appartamento in affitto, bollette insolute e un’inquietante visione dalle fattezze umane, ma dalle proporzioni mostruose, che continua ad apparire intorno a lui, pillole alla mano, suggerendogli la strada da percorrere: il suicidio.

Il suo unico contatto con l’esterno è una pioggia di messaggi vocali che lo ossessiona con scadenze e responsabilità (sociali, lavorative e morali). Nulla sembra distoglierlo dal suo languishing, finché la porta dell’appartamento 2B si apre, lasciando entrare, nel monolocale e nella sua vita, nuove persone, afflitte dalla sua stessa mania.

Uno gioco teatrale nel quale Aimo, in balia di questo suo limbo di «essere o non essere, to be or not to be, 2B or not 2B», diventa una sorta di Amleto che si ritrova da solo a combattere i suoi fantasmi.

Che una pagina di teatro narri di tutto questo con squarci di comicità e con sguardo leggero, ritengo sia un esperimento immanente e immediato da compiere.

– Rita Felerico, TuttoteatroNews


Un’operazione di ripresa di un topos teatrale ormai più che consolidato, ma reinserito in un contesto fresco, o meglio, che sa dialogare con una contemporaneità vera e reale.

– Francesca Hasson, Eroica Fenice


Durante lo spettacolo non si respira se si è trentenni e se si vede tutto come uno specchio, perché quella figura sghemba che ci perseguita la conosciamo tutti e per ciascuno di noi ha un volto diverso.

– Sara Formisano, Quarta Parete Press

13 - 18 Febbraio 2024

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Teatro
La nuova scena

Quando le porte delle case resteranno di nuovo aperte

23 - 26 Febbraio 2024

Appaio dunque sono. Uno spettacolo che affronta le derive del mondo social abitato da spettatori passivi che inventano un finto sé. Di Simone Corso.

Appaio dunque sono. Uno spettacolo che affronta le derive del mondo social abitato da spettatori passivi che inventano un finto sé. Di Simone Corso.

Teatro
La nuova scena

La sparanoia

Atto unico senza feriti gravi purtroppo
27 Febbraio - 10 Marzo 2024

Con cinico surrealismo e al ritmo di rapide stilettate dialogiche, i pluripremiati Fettarappa e Guerrieri, indagano il peso del mondo che grava su “i giovani” ormai addomesticati. Una generazione di serial killer narcolettici che, invece che conquistare la piazza, sonnecchiano su un cuscino.

Con cinico surrealismo e al ritmo di rapide stilettate dialogiche, i pluripremiati Fettarappa e Guerrieri, indagano il peso del mondo che grava su “i giovani” ormai addomesticati. Una generazione di serial killer narcolettici che, invece che conquistare la piazza, sonnecchiano su un cuscino.

Teatro
La nuova scena

Ion

12 - 17 Marzo 2024

Colpi allo stomaco e al cuore, quelli inflitti da questa tragedia meridionale, ambientale e mentale.  È la storia di due fratelli e del loro rapporto e conflitto ancestrale, nel contesto di una oscura Lucania. Scritto e diretto da Dino Lopardo.

Colpi allo stomaco e al cuore, quelli inflitti da questa tragedia meridionale, ambientale e mentale.  È la storia di due fratelli e del loro rapporto e conflitto ancestrale, nel contesto di una oscura Lucania. Scritto e diretto da Dino Lopardo.

Teatro

Scene da un matrimonio

15 - 24 Marzo 2024

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.