La confusione tra realtà e finzione può essere fatale, ma è particolarmente divertente.

Roland Barthes

Con un meccanismo comico perfetto e paradossale, che racconta i nostri tempi parlando apparentemente di tutt’altro, Pigiama Party è uno spettacolo in cui si parla di uno spettacolo che non esiste, dando per scontato che tutte le persone in sala l’abbiano visto.

È uno spettacolo sulla fine dell’adolescenza, su un’età adulta che ha dimenticato le possibilità sociali del gioco immaginativo, e che non comprende più il piacere misterioso ed erotico di partecipare a un pigiama party fuori dal controllo parentale.

Con grande ironia analizza alcune derive malsane della comunicazione contemporanea in un periodo storico in cui la massiccia presenza di informazioni inutili, false e contraddittorie (infodemia) ha trasformato l’era dell’informazione alla portata di tutti in un inferno di sovrastrutture identitarie e verità fittizie, in cui diventa sempre più difficile attivare una propria interpretazione personale non strumentalizzata.

Un’opera iperdiramata in cui finzione e realtà si mescolano e perdono di significato, in un marasma di immaginari e parole in cui l’ironia complessa diventa l’unico strumento utile di interpretazione della realtà.

20 - 23 Gennaio 2024

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare