Si avvisa il gentile pubblico che giovedì 18 Aprile in via straordinaria il foyer NON sarà accessibile e i servizi di bar e guardaroba NON saranno attivi. Ci scusiamo per il disagio.

AVVISO: giovedì 18.04 il foyer NON è accessibile e NON sono attivi bar e guardaroba.

Archivio / MusicaCinemaAssociazione Pier LombardoIntelligenza Artificiale

L’uomo meccanico

con sonorizzazione live di Luca Maria Baldini

Archivio / MusicaCinemaAssociazione Pier LombardoIntelligenza Artificiale

L’uomo meccanico

con sonorizzazione live di Luca Maria Baldini

L’uomo meccanico
ITA 1921 | 46′ (film muto)
di André Deed
con André Deed, Valentina Frascaroli, Matilde Lambert, Gabriel Moreau, Ferdinando Vivas-May

L’uomo meccanico viene considerato il primo film italiano di fantascienza/horror, nonché la prima pellicola in cui si affronta uno dei temi più sviluppati dalla fantascienza
posteriore, ovvero la lotta fra robot. Prodotto nel 1921 dalla Società Anonima Milano Films, il film è stato restaurato solo negli anni ’90 dalla Cineteca di Bologna (con una riduzione di durata da 1h20’ a 46’) a partire da un’ultima copia – in pellicola infiammabile – rinvenuta in una cineteca in Brasile.

Ho deciso di far dialogare questa pellicola con il presente, utilizzando suoni della contemporaneità creando cortocircuiti temporali. La struttura ritmica è frutto di campionature di suoni del cellulare e derivati, come ad esempio il suono iniziale: una vibrazione del telefono elaborata. Concettualmente ho immaginato che l'uomo meccanico potesse essere letto come uno strumento nelle mani di pochi, in grado di controllare e sopraffare. Il nostro “uomo meccanico” oggi è rappresentato dal controllo a cui siamo sottoposti attraverso tecnologia, smartphone e piattaforme social. L'idea è stata quella di ricreare parte dei suoni d'ambiente così come si è usato fare dall'avvento del sonoro in poi. Una sorta di omaggio al punto di rottura fra cinema muto e cinema sonoro.
Luca Maria Baldini

Tutti gli appuntamenti della rassegna