Cartellone 2023 - 2024 / Teatro

La leggenda del santo bevitore

Cartellone 2023 - 2024 / Teatro

La leggenda del santo bevitore

In scena il testo di Joseph Roth che, con la sua anima di poeta, ha regalato in poche pagine, limpide e asciutte, una di quelle storie che fanno subito breccia nel nostro cuore.

Sarà il maestro Carlo Cecchi, con quella sua voce roca, quel suo tono ironico e distaccato, a disvelare la parabola del protagonista Andreas come un’inquietante discesa nel delirio, ma soprattutto nell’impotenza, di quella oscurità ubriaca e piena di lampi che scandisce i suoi ultimi istanti di vita. Maria Grazia Gregori

La lettura di Ruth Shammah è fortemente simbolica. La sua elaborazione drammaturgica è ricca di suggestioni e articolata su vari livelli interpretativi. (…) Insomma, la Shammah ci ha offerto, ancora una volta, una gran bella pagina di teatro.
Maurizio Carra – Teatrionline


Rifuggendo il pittoresco, giocando in penombra, alla regista milanese basteranno gli accenni di qualche nostalgica canzoncina e una scena minima che rappresenta un bistrò le cui pareti ricevono le immagini di una Parigi piovosa e d’antan (…) lo spettacolo è di quelli che possono lasciare un segno.
Domenico Rigotti – Hystrio


La fine regia di Andrée Ruth Shammah situa la vicenda, che assume i colori dell’apologo, in un bar anni Trenta (…) e tratteggia l’impossibilità di agire del protagonista, la sua vicenda raccontata come un’inquietante discesa nel delirio, ma sopratutto nell’impotenza, in quella oscurità ubriaca e piena di lampi che scandisce i suoi ultimi istanti di vita.
Maria Grazia Gregori – L’Unità


Quanto alla lettura è tutt’altro che tradizionale. La vita sregolata di Andres, nella visione di Shammah, è priva di sensi di colpa e conduce comunque a una bella morte, chiusura di un’esistenza vissuta in un secondo.
Igor Principe – Il Giornale

 

16 Novembre - 6 Dicembre 2023

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Teatro

Il male dei ricci

Fabrizio Gifuni in scena con Pasolini
27 - 29 Maggio 2024

Fabrizio Gifuni ci porta “dentro” le giornate dei Ragazzi di vita di Pasolini: ci restituisce la loro generosità e i loro egoismi, in un percorso che è anche un rito di passaggio dall’infanzia alla prima giovinezza. Uno spettacolo necessario.

Fabrizio Gifuni ci porta “dentro” le giornate dei Ragazzi di vita di Pasolini: ci restituisce la loro generosità e i loro egoismi, in un percorso che è anche un rito di passaggio dall’infanzia alla prima giovinezza. Uno spettacolo necessario.

Teatro

Il Figlio

21 Febbraio - 3 Marzo 2024

Da Florian Zeller, sceneggiatore premio Oscar di The Father (film con un meraviglioso Anthony Hopkins) in scena il capitolo dedicato a Il figlio. Un testo lucido, intelligente e carico di emozioni che esplora i rapporti familiari. Regia Piero Maccarinelli, con Cesare Bocci, Galatea Ranzi, Giulio Pranno, Marta Gastini.

Da Florian Zeller, sceneggiatore premio Oscar di The Father (film con un meraviglioso Anthony Hopkins) in scena il capitolo dedicato a Il figlio. Un testo lucido, intelligente e carico di emozioni che esplora i rapporti familiari. Regia Piero Maccarinelli, con Cesare Bocci, Galatea Ranzi, Giulio Pranno, Marta Gastini.

Teatro

Come tu mi vuoi

5 - 10 Marzo 2024

Luca De Fusco mette in scena una commedia poco frequentata di Luigi Pirandello, un capolavoro che racchiude la summa del suo pensiero. Nei panni della protagonista Lucia Lavia, una fuoriclasse.

Luca De Fusco mette in scena una commedia poco frequentata di Luigi Pirandello, un capolavoro che racchiude la summa del suo pensiero. Nei panni della protagonista Lucia Lavia, una fuoriclasse.

Teatro

Scene da un matrimonio

15 - 24 Marzo 2024

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.