Avvenire – Franco Parenti l’irregolare del teatro

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Un evento singolare, che ha annunciato con un anno d anticipo le celebrazioni per il mezzo secolo del teatro di via Pier Lombardo e, al tempo stesso, ha ricordato il suo fondatore a cent anni dalla nascita. Un nuovo «inzipit» nel nome dello «scarrozzante» Franco Parenti, il più prodigioso interprete testoriano, un gigante del palcoscenico. Era il 16 dicembre del 1973 quando l attore apparve al pubblico che gremiva per la prima volta l ex sala del cinema Continental, dietro Porta Romana, allora periferia di Milano: alzò il sipario di juta e sbucò sul proscenio con quella sua barba da profeta, per metà grigia, un corto spolverino nero soprai calzettoni gialli e il basco in testa: HAmbleto di Giovanni Testori sorprese operai, impiegati, studenti, artigianie persino gli intellettuali intervenuti a cogliere le progressive novità del momento.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi