Corriere della sera – La mia radio libera

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Da oggi la cittadella del Teatro di Andrée Shammah ha un nuovo palcoscenico tutto da ascoltare: Radio Parenti, «una voce libera dedicata alla cultura che non sostituisce il Teatro, lo amplifica». Ogni giorno online dal sito del teatro, 6 ore di trasmissioni con ospiti e artisti provenienti da mondi differenti, dalla letteratura alla poesia, dalla musica alla comicità e poi storia, filosofia, società, Milano in dialetto e ovviamente il teatro con i suoi protagonisti. Un flusso continuo di voci e musiche con radiodrammi, interviste e rubriche dove il nostro tempo s intreccia con le voci di chi non c è più (tra i gioielli di repertorio, le poesie di Eduardo De Filippo da lui stesso recitate proprio nella sala di via Pierlombardo). Per festeggiare oggi al Parenti una festa collettiva: dalle 18 tutti gli spazi del teatro, dal palcoscenico ai Bagni Misteriosi, si trasformano in un grande palinsesto radiofonico, ogni sala un argomento. Un inaugurazione aperta alla città con tantodi brindisi (ore 19.30) attori in costumeemomenti d intrattenimento.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi