La Repubblica – Festival di Spoleto, cambiare sesso per sanare gli errori della Storia

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

E’ scomodo fin dal titolo, imbarazzante anche solo a pronunciarlo. Eppure L’appuntamento, la storia di un cazzo ebreo tutto è tranne che un racconto volgare o pornografico. Bestseller d’esordio della scrittrice tedesca Katharina Volckmer (edito da La Nave di Teseo), è una storia bella e profonda sul tema dell’identità, fisica, del corpo, del genere ma anche culturale, politica. “L’idea di farne uno spettacolo è stata di Andrèe Ruth Shammah che me lo ha proposto e quando ho letto il libro mi è sembrato giustissimo parlare di gender, accostando il corpo, il c…zo, con la memoria degli ebrei, con qualcosa, insomma, di molto forte e contemporaneo, e di farlo attraverso il teatro”, spiega Fabio Cherstich, il regista, più volte collaboratore dell’Opera di Roma, che ha adatto e ridotto (con l’autrice) il romanzo originale e ora firma lo spettacolo, prodotto dal Franco Parenti di Milano, atteso al debutto al Festival dei due mondi di Spoleto dal 24 al 26 giugno.

Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi