Un’esplosione violentissima e duratura di una stella che ne ingloba un’altra, producendo una materia che si disperde nell’universo e che dà vita a nuove stelle, mentre il nucleo collassa su se stesso creando un buco nero.

Ecco la supernova, fatta di esplosione, evoluzione e collasso, come questa parabola famigliare.

Tre fratelli con strade future divergenti si ritrovano ad essere adulti loro malgrado di fronte alla morte inquietantemente grottesca del padre. Differenti le loro reazioni: fuga, responsabilità, stallo.

La madre, forza attraente e respingente allo stesso tempo, plasma il carattere dei figli e ne determina i singoli percorsi, le rispettive aspirazioni e i relativi desideri. È lei il centro in cui collassa tutto.  L’esplosione della fuga, l’evoluzione della presa di responsabilità inevitabili e il collasso di legami spezzati, nei quali prevaricano i singoli desideri. Ecco la Supernova.

La famiglia, organismo primario della società, è la metafora perfetta per mostrare i meccanismi di potere che si annidano nel nostro tempo.

Mario De Masi, già regista di Pizzeria K e in scena anche con Caini

Supernova riesce a descrivere realisticamente la vita che cambia, i destini che divergono per poi rintrecciarsi, riesce a condurci lì dove l’esplosione diviene abisso, e la frammentazione, la scissione, il sopravvivere, il difendersi un’opzione della vita. La capacità degli attori di immergersi nella realtà dei personaggi è palpabile, la loro interpretazione trasmette quelle emozioni sottili che alle volte le parole vorrebbero nascondere, e il movimento nello spazio, le opposizioni, e gli angoli di ricalco mostrano il tipo di relazionalità che cambia, che si incontra e scontra per ricongiungersi nello sfumare del tempo. Grazie.

– Joele Schiavone, teatrionline

La compagnia I Pesci in scena anche con Caini

28 Novembre - 3 Dicembre 2023

Appassiona e coinvolge, inquieta e commuove questo spettacolo della giovane compagnia I pesci dal titolo Caini, appellativo affibbiato a una famiglia chiusa e schiva, tacciata di infamia e avvolta dal mistero.

21 - 26 Novembre 2023

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Teatro
La nuova scena

La sparanoia

Atto unico senza feriti gravi purtroppo
27 Febbraio - 10 Marzo 2024

In un continuo e incalzante scambiarsi di parti, i giovani attori Fettarappa e Guerrieri ci spiattellano con vivacità performativa tutte le colpe di quella generazione ormai matura, che non è riuscita a donare ai giovani un futuro certo.

In un continuo e incalzante scambiarsi di parti, i giovani attori Fettarappa e Guerrieri ci spiattellano con vivacità performativa tutte le colpe di quella generazione ormai matura, che non è riuscita a donare ai giovani un futuro certo.

Teatro
La nuova scena

Ion

12 - 17 Marzo 2024

Colpi allo stomaco e al cuore, quelli inflitti da questa tragedia meridionale, ambientale e mentale.  È la storia di due fratelli e del loro rapporto e conflitto ancestrale, nel contesto di una oscura Lucania. Scritto e diretto da Dino Lopardo.

Colpi allo stomaco e al cuore, quelli inflitti da questa tragedia meridionale, ambientale e mentale.  È la storia di due fratelli e del loro rapporto e conflitto ancestrale, nel contesto di una oscura Lucania. Scritto e diretto da Dino Lopardo.

Teatro

Scene da un matrimonio

14 - 24 Marzo 2024

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.

Ispirato al celebre capolavoro di Ingmar Bergman, lo spettacolo di Raphael Tobia Vogel esplora le dinamiche che caratterizzano la relazione di coppia e il tema dei sentimenti familiari. Con Fausto Cabra e Sara Lazzaro.

Teatro

Letizia va alla guerra

La suora, la sposa, la puttana
20 - 24 Marzo 2024

Un racconto tragicomico, di tenerezza e verità, un omaggio alle vite preziose di persone “comuni”, che, pur senza esserne protagoniste, hanno fatto la Storia. Tre grandi donne, due guerre mondiali, un sottile fil rouge ad unirle: uno stesso nome, un unico destino.

Un racconto tragicomico, di tenerezza e verità, un omaggio alle vite preziose di persone “comuni”, che, pur senza esserne protagoniste, hanno fatto la Storia. Tre grandi donne, due guerre mondiali, un sottile fil rouge ad unirle: uno stesso nome, un unico destino.