1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
1972 - 2022 Cinquant’anni del Parenti
Teatro

La casa degli spiriti

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.


13 - 21 Luglio 2021

Sala AcomeA

1 ora e 15 minuti

© Marcella Foccardi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

di Isabel Allende
drammaturgia e regia Corrado Accordino
con Silvia Giulia Mendola
musiche originali Mimosa Campironi
voce dal vivo Linda Messerklinger
aiuto regia Valentina Paiano
costumi Elisa Bianchini

produzione Compagnia Teatro Binario 7
in collaborazione con PianoinBilico

A mia madre, a mia nonna e alle altre straordinarie donne di questa storia.

È la dedica che apre il romanzo di Isabel Allende. La casa degli spiriti è un romanzo matriarcale. Le tre donne che rappresentano le diverse generazioni della famiglia sono complesse, complete e diversissime tra loro. Clara, la chiaroveggente, la figlia Blanca, l’artista, e Alba, che vive la rivoluzione. Accanto a loro molti altri personaggi femminili: nessuna si presenta come un’eroina, tutte cercano di fare quello che trovano giusto.

Ed è proprio da un punto di vista femminile che prende avvio la narrazione in questo monologo, interpretato da una donna che, attraverso gli occhi e le voci di altre donne, racconta la storia di una famiglia.

Le vicende si svolgono sullo sfondo politico-sociale del Cile durante gli ultimi decenni del Novecento, quelli del golpe del generale Pinochet del 1973, la violenza e il terrore della dittatura militare e la lenta ripresa di una vita normale, del ritorno della democrazia.

A dar voce al monologo è Alba, che poi si calerà nelle vesti di tutte le donne che, una generazione dietro l’altra, le hanno consentito di essere quello che è ora. La loro storia, circolare ed ereditaria, è un misto di spiritismo, realtà e finzione, amori e crudeltà, carità e follia: nel loro mondo le bambine nascono con i capelli verdi e le apparizioni siedono a tavola conversando con i mortali. Accanto a quello dei vivi si dispiega il mondo dei morti, vivi come chi è in vita.

Silvia Giulia Mendola [...] non si limita a narrare la storia scritta nei diari di Clara. Si cala a tutti gli effetti nei panni di ogni Trueba, uomo e donna, da Esteban, il ‘patriarca’ violento e rabbioso, fino alla nipote di questo, la stessa Alba, narratrice e protagonista della vicenda. Ad ognuno viene data la parola e ognuno di loro rivive la propria vicenda, nella notte scura della prigione militare. [...] Un bello spettacolo con cui è stato bello tornare a teatro.
Francesca Radaelli - Il Dialogo di Monza

  • 1 di 3. © Marcella Foccardi
  • 2 di 3. © Marcella Foccardi
  • 3 di 3. © Marcella Foccardi
Ti aspettiamo
APERITIVO, tutti i giorni dalle 19.00
con il nuovo servizio ristoro GūD Bagni Misteriosi
Scopri di più
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi
Restiamo in contatto
newsletter

Condividi

Ti trovi in una pagina di Archivio, se vuoi consultare la programmazione corrente visita la pagina Cartellone.

13 - 21 Luglio 2021

Sala AcomeA

1 ora e 15 minuti

La vagina ribelle

I monologhi della vagina

15 Giugno 2021

Tratto dal successo planetario di Eve Ensler, uno spettacolo corale in cui le attrici si dispongono all’ascolto e alla partecipazione di ogni storia. Regia Emanuela Giordano, con Roberta Lidia De Stefano, Alessandra Faiella, Silvia Giulia Mendola, Marina Rocco, Lucia Vasini.

Storie della buonanotte per bambine ribelli

13 Luglio 2021

L’attrice e cantautrice Margherita Vicario, accompagnata dall’Orchestra Multietnica di Arezzo, ci farà conoscere alcune delle straordinarie donne descritte da Elena Favilli e Francesca Cavallo.

ALDST

Al limite dello sputtanamento totale
7 - 12 Settembre 2021

Un affresco in soggettiva di una ragazza autodistruttiva e ironica, immatura e incasinata, che tenta di barcamenarsi in quel disastro sconsolante che è la sua vita. Una moderna Alice sgangherata e alcolizzata. Di e con Viola Marietti.