Cartellone 2023 - 2024 / Teatro

Emigranti Esprèss

Sciascia, Baricco, Pavese

Cartellone 2023 - 2024 / Teatro

Emigranti Esprèss

Sciascia, Baricco, Pavese

Era il 1980. Stazione di Lecce. Ore 21 e 07. Come ogni benedetto giorno di ogni benedetto anno, a quell’ora parte il treno degli emigranti: Lecce – Milano – Schaffhausen – Stoccarda. Nel 1980 su quel treno c’ero anch’io. E avevo appena dieci anni. E viaggiavo da solo! Una volta al mese… Adesso me lo voglio rifare quel viaggio. Voglio rivedere quelle facce, voglio risentire le loro storie, ma stavolta il treno… lo guido.

Mario Perrotta

Emigranti Esprèss racconta in quindici stazioni il lungo viaggio di quel treno tra Lecce e Stoccarda via Milano, mettendo in atto un azzardo teatrale, un inseguimento ritmico tra parole e musica, per riprodurre in versione totalmente live ciò che in radio fu un enorme successo di Rai Radio 2.

Tre appuntamenti in esclusiva per il Teatro Franco Parenti: una partitura rock modernissima, per memorie di emigranti nostrani, tutto negli occhi di un bambino.

Ogni serata si conclude con un omaggio a un autore del ‘900 italiano che ha affrontato con particolare sensibilità il tema del migrare, dello spaesamento della partenza, del mondo nuovo e del sempre anelato ritorno.

18 Gennaio
LEONARDO SCIASCIA, Il lungo viaggio

25 Gennaio
ALESSANDRO BARICCO, Novecento

15 Febbraio
CESARE PAVESE, I Mari del Sud

18 Gennaio - 15 Febbraio 2024

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Teatro

Il male dei ricci

Fabrizio Gifuni in scena con Pasolini
27 - 29 Maggio 2024

Fabrizio Gifuni ci porta “dentro” le giornate dei Ragazzi di vita di Pasolini: ci restituisce la loro generosità e i loro egoismi, in un percorso che è anche un rito di passaggio dall’infanzia alla prima giovinezza. Uno spettacolo necessario.

Fabrizio Gifuni ci porta “dentro” le giornate dei Ragazzi di vita di Pasolini: ci restituisce la loro generosità e i loro egoismi, in un percorso che è anche un rito di passaggio dall’infanzia alla prima giovinezza. Uno spettacolo necessario.

Teatro
La Grande Età, insieme

Chi come me

Il nuovo spettacolo di Andrée Ruth Shammah
5 Aprile - 4 Maggio 2024

Uno spettacolo che interpella e commuove il pubblico. Gli spettatori sono coinvolti fin dal loro ingresso nella nuova sala, che è anche scena dell’allestimento. Di Roy Chen, adattamento, regia e costumi di Andrée Ruth Shammah.

Uno spettacolo che interpella e commuove il pubblico. Gli spettatori sono coinvolti fin dal loro ingresso nella nuova sala, che è anche scena dell’allestimento. Di Roy Chen, adattamento, regia e costumi di Andrée Ruth Shammah.

Teatro

Oliva Denaro

12 - 21 Aprile 2024

Ambra Angiolini porta in scena la storia di Oliva Denaro, dall’omonimo libro candidato al Premio Strega 2022. Un romanzo di struggente bellezza, ispirato dalla reale vicenda di Franca Viola, la ragazza siciliana che a metà degli anni ‘60 fu la prima, dopo aver subito violenza, a rifiutare il cosiddetto “matrimonio riparatore”. Regia Giorgio Gallione.

Ambra Angiolini porta in scena la storia di Oliva Denaro, dall’omonimo libro candidato al Premio Strega 2022. Un romanzo di struggente bellezza, ispirato dalla reale vicenda di Franca Viola, la ragazza siciliana che a metà degli anni ‘60 fu la prima, dopo aver subito violenza, a rifiutare il cosiddetto “matrimonio riparatore”. Regia Giorgio Gallione.

Teatro

Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa

23 - 25 Aprile 2024

Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses e Julia Varley arrivano al Parenti con una rivisitazione di un classico kafkiano. Un esperimento di grande profondità sul rapporto tra arte e vita.

Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses e Julia Varley arrivano al Parenti con una rivisitazione di un classico kafkiano. Un esperimento di grande profondità sul rapporto tra arte e vita.