Un concerto di musica, corpo e parola capace di evocare la potenza visiva e sonora di cui il testo di Ovidio è ancora oggi sorprendentemente portatore.

Andrea Baracco, non nuovo alla riproposizione dei classici in chiave contemporanea, restituisce con questo spettacolo la modernità de Le Metamorfosi, un’opera di incredibile vitalità, grandiosa rappresentazione del carattere instabile, precario e illusorio della realtà.

Una ricerca performativa che coinvolge la giovane e talentuosa Nina Pons – già in scena al Parenti nel ruolo di Lucia ne I Promessi sposi alla prova di Andrée Shammah – e i Munedaiko, un ensemble di danzatori e musicisti specializzati nell’uso emozionante e pirotecnico del “Taiko”, il tamburo sacro giapponese.

Uno spettacolo per restituire alla modernità un classico senza tempo e trasportare lo spettatore in luoghi di transizione e visionarietà.

così Italo Calvino nelle Lezioni Americane (1985)

Le Metamorfosi è il poema della rapidità: tutto deve succedersi a ritmo serrato, imporsi all’immaginazione, ogni immagine deve sovrapporsi a un’altra immagine, acquistare evidenza, dileguare.

Aiutati da Calvino, si potrebbe dire che Le Metamorfosi di Ovidio sono una immensa riflessione sulla non compattezza del mondo, che si manifesta attraverso le forme che si trasformano continuamente l’una nell’altra, producendo costantemente qualcosa di inaspettato e unico: l’umano.

15 Luglio 2024

Acquista

Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Teatro

La Maria Brasca

4 - 16 Giugno 2024

Un’esplosione di energia che diverte e commuove. Marina Rocco, diretta da Andrée Ruth Shammah, è l’indimenticabile personaggio femminile di Giovanni Testori, una donna autentica e audace, capace di essere felice.

Un’esplosione di energia che diverte e commuove. Marina Rocco, diretta da Andrée Ruth Shammah, è l’indimenticabile personaggio femminile di Giovanni Testori, una donna autentica e audace, capace di essere felice.

Ai Bagni Misteriosi

Princesa

19 Giugno 2024

Un’appassionata, credibile e coinvolgente Vladimir Luxuria – artista, attrice e attivista del movimento LGBTQIA+ – dà voce e corpo a quella Princesa cantata da De André. In scena la dolorosa vicenda di Fernanda Farias De Albuquerque, transessuale brasiliana morta suicida nel 2000, riscritta da Fabrizio Coniglio a partire dalle sue lettere d’amore scritte dal carcere.

Un’appassionata, credibile e coinvolgente Vladimir Luxuria – artista, attrice e attivista del movimento LGBTQIA+ – dà voce e corpo a quella Princesa cantata da De André. In scena la dolorosa vicenda di Fernanda Farias De Albuquerque, transessuale brasiliana morta suicida nel 2000, riscritta da Fabrizio Coniglio a partire dalle sue lettere d’amore scritte dal carcere.

Teatro

Note a margine

27 Giugno 2024

Tornano in scena i Gordi, compagnia residente del Parenti, al loro quarto lavoro dopo Sulla morte senza esagerare, Visite e Pandora. Una veglia funebre, la bara aperta, alcuni paramenti e qualche visitatore: le note a margine sono quei gesti e quelle parole dedicate a chi ormai non c’è più, lo sconfinamento che tenta di comprendere l’incomprensibile.

Tornano in scena i Gordi, compagnia residente del Parenti, al loro quarto lavoro dopo Sulla morte senza esagerare, Visite e Pandora. Una veglia funebre, la bara aperta, alcuni paramenti e qualche visitatore: le note a margine sono quei gesti e quelle parole dedicate a chi ormai non c’è più, lo sconfinamento che tenta di comprendere l’incomprensibile.

Ai Bagni Misteriosi

Io, Ludwig van Beethoven

1 Luglio 2024

Uno straordinario Corrado d’Elia, rende omaggio al genio di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, Ludwig van Beethoven. Chiudiamo gli occhi e ascoltiamo come mai abbiamo fatto prima.

Uno straordinario Corrado d’Elia, rende omaggio al genio di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, Ludwig van Beethoven. Chiudiamo gli occhi e ascoltiamo come mai abbiamo fatto prima.